Aldi arriva in Italia con la radio

L’azienda tedesca leader nei supermercati ha puntato per il mercato italiano alla Radio Instore.

A oltre tre settimane dal lancio della prima apertura dei negozi di Aldi mi trovo finalmente nella possibilità di parlare di questa realtà nascente in Italia.

Logo Aldi Radio Aldi - In Italia

A oltre tre settimane dal lancio della prima apertura dei negozi di Aldi mi trovo finalmente nella possibilità di parlare di questa realtà nascente in Italia. Sono lieto di informare che anche io faccio parte di questo progetto unico in Italia e che darà molte soddisfazioni non solo agli addetti del settore ma anche all’economia con l’offerta di prezzi convenienti visto l’arrivo di un nuovo competor e alla creazione di nuove opportunità di lavoro.

ALDI è una catena di supermercati di origine tedesca nota il tutto il mondo nel settore della grande distribuzione organizzata che apre in Italia. Qualche mese fa si era già parlato di questo nuovo arrivo, ma ormai le aperture sono diventate una realtà. Sono già molti in punti vendita in tutto il Nord Italia che si vanno a completare con le aperture previste a Manzano in Friuli Venezia Giulia e a Reana del Rojale sempre in provincia di Udine.

Per chi si chiedesse cosa riguardi l’apertura di un negozio di alimentari con la radio la risposta è che Aldi Italia ha puntato anche su un nuovo tipo di business dotando tutti i suoi store del concetto della Radio In store. Il nome di questo progetto porta il nome del marchio ovvero Radio Aldi.
Radio Aldi non è un semplice confort piacevole all’interno dei supermercati: infatti con oltre 12 ore di programmazione giornaliera si alternano dal lunedì alla domenica alla conduzione le voci degli speaker per creare un clima di casa – di famiglia.

Le voci degli speaker On Air sono quelle di Johnny Prestigiacomo insieme ai colleghi:

  • Alessandro;
  • Tatiana;
  • Carlotta;
  • Catia;
  • Federico;
  • Maria Giulia.

Le voci degli speaker si susseguono nel corso della giornata con una serie di programmi radiofonici sempre al fianco del cliente raccontando curiosità e aneddoti sul buon cibo e consigliano i prodotti in offerta che per praticità sono stati suddivisi in simpaticissime categorie:

  • Offerte Wow – a tempo limitato
  • Offerte Riempi Carrello
  • Weekend Promo – sabato e domenica

Il concetto della Radio è ancora una volta la chiave vincente anche a livello internazionale.

 

Lieto di fare parte della squadra di Radio Aldi musica per la tua spesa.

Claudio Baglioni

Intervista a Claudio Baglioni realizzata nel 2013 e andata in onda sull’emittente Radio Sintony.

Share

×

Claudio Baglioni

In vista dell'ormai imminente Festival di Sanremo 2018 condotto da Claudio Baglioni, vi ripropongo l'intervista registrata qualche anno fa all'interno del mio programma radiofonico Movement.

RDS ACADEMY

RDS Academy

RDS Academy Logo *

Amici lettori del blog.

Anche quest’anno è cominciato con non poche polemiche l’edizione del RDS Academy 2015; il format televisivo in onda su Sky Uno in collaborazione che dovrebbe portare sotto i riflettori i nuovi talenti radiofonici. Nei mesi scorsi tanti colleghi, speaker o semplicemente amatori hanno inviato il proprio curriculum (che in realtà era semplicemente un video) in cui per un minuto era possibile fare qualsiasi cosa!

Lasciamo da parte le polemiche, che giuste o sbagliate che siano, danno comunque sempre immagine ad un evento mediatico come è un programma televisivo.

“Sentiti libero di fare o dire quello che vuoi, purchè tu sia sempre te stesso!”, aveva detto questo la Pettinelli l’anno scorso nella passata edizione. Quest’anno vuoi per provocazione, vuoi per curiosità ho inviato anche io il mio video provino che è andato in onda come intramezzo su Sky.

Mi ero ripromesso di non impegnarmi ma di fare “il cretino” cosa che onestamente in radio come nella vita di tutti i giorni mi riesce notevolmente.

Credo anche di esserci riuscito! A voi l’ardua sentenza. Andate al minuto 0:29 del video e guarda un po’ chi c’è!

Allora devo dire che fare il cretino funziona più degli anni di esperienza che ho alle spalle nel settore radiofonico.

Quindi avanti tutta, il prossimo anno invierò un video AMORALE, così magari sarà la volta buona che si sentirà il mio eco anche in RAI! Tanto sognare non costa nulla, ancora, per fortuna la politica non ha istruito EQUITALIA sul come tassare i sogni notturni!

____

* I contenuti e i loghi sono di proprietà del produttore

 

 

 

____

* I contenuti e i loghi sono di proprietà del produttore

Un ragazzo nuovo al giorno!

Dimentica il ragazzo ogni settimana per una rara malattia

Oggi all’interno di Movement, dal Daily Mail ho per voi questa notizia sensazionale!

Le capacità mnemoniche, specie quelle difettose, hanno sempre occupato uno spazio molto corposo nella cinematografia hollywoodiana. In «Memento», per esempio, il regista Christopher Nolan esplora a ritroso la folle vita di una persona che, a causa di un trauma cranico, dimentica tutto ciò che gli succede ogni cinque minuti: per ovviare a questo inconveniente, il protagonista si tatua ogni informazione indispensabile sul corpo, facendolo diventare una specie di post-it di carne. E come dimenticarsi il film «50 volte il primo bacio»? Adam Sandler è alle prese con una smemorata Drew Barrymore, che a causa di un grave incidente la notte, mentre dorme, dimentica tutto ciò che gli succede durante il giorno precedente, rendendola una preda davvero complicata da conquistare.Sembrano patologie che accadono solo nella finzione cinematografica, ma in realtà possono capitare anche nella vita di tutti i giorni. I tipi di amnesie sono molteplici: dalla globale alla lacunare, dalla transitoria alla progressiva, dalla retrograda alla anterograda, quest’ultima ipotizzata da alcuni esperti come la patologia di cui soffriva appunto il protagonista di «Memento». Il Daily Mail, quotidiano britannico, ha pubblicato in questi giorni la storia di Jenny Gisby, ragazza di vent’anni di Nottingham, che a causa di una raraondizione chiamata Disordine Neurologico Funzionale dimentica chi il suo fidanzato sia pressoché ogni settimana.

Questa denominazione, che in realtà comprende una serie di sintomi simili a quelli del morbo di Parkinson, viene utilizzata per definire una malattia causata dall’impossibilità del cervello di ricevere ed inviare i segnali in maniera corretta: la giovane inglese è frequentemente soggetta a convulsioni, che comportano la scomparsa di tutti i suoi ricordi.Sfortunatamente, al momento sono pochissime le terapie che possano rivelarsi in qualche modo efficaci. Nonostante i dottori pensino che soffra di questa patologia dall’età di 10 anni,la perdita di memoria è iniziata solo in novembre, quando Jenny ha avuto un episodio di svenimento Jenny durante il lavoro. Da quel momento, sovente la ragazza si sveglia senza alcuna cognizione del suo partner, il coetaneo Stuart Balmforth: per ovviare al problema, la Gisby tiene un diario che racchiude pensieri e fotografie della sua vita assieme al fidanzato, con cui sta assieme da ben tre anni.

Jenny sta cominciando solo ora a reagire nei confronti della sua condizione, ed ha voluto uscire allo scoperto di modo da sensibilizzare riguardo a questa patologia e aiutare tutti quelli che si trovano nella stessa situazione. La ragazza ha così raccontato al Daily Maildell’iniziale frustrazione di vedere come tutti quelli che la circondavano d’affetto fossero per il suo cervello dei perfetti sconosciuti e del terrore che la coglie ogni volta che si sveglia senza ricordare nulla della sua vita, della paralisi che l’ha colpita dopo il primo attacco e che la costringe alla sedia a rotelle, della fine della sua esistenza così come l’aveva condotta fino a quel momento: ciò nonostante, non tutto è negativo. Quando i ricordi cominciano a riaffiorare, infatti, sotto forma di foto in un diario, la ragazza inglese viene pervasa da un grande senso di felicità, ed è come se si innamorasse nuovamente, ogni volta, del suo ragazzo: per non parlare dell’affetto famigliare, che i suoi genitori non le fanno mai mancare.

 

Ascolta Movement il programma radiofonico che ti muove… questa ed altre notizie!

Ritorna Dragon Ball

Dragon BallUna notizia che mi sento di commentare presa proprio dalle notizie della puntata di oggi del programma radiofonico Movement che conduco quotidianamente.

Sembrerà un sogno per molti e pare che non si tratti di una bufala.

Ritorna il celebre Cartoon cult degli anni 90: Dragon Ball.

Sarà diretto dallo stesso Akira che ci ha fatto sognare negli anni con la fortunata saga di Dragon Ball Z.

Adesso non ci resta altro che attendere che venga ufficializzato anche in Italia per conoscere chi saranno i doppiatori! Spazio aperto alle critiche anche perchè sicuramente nons sarà facile mantere molte delle voci a cui ci eravamo abituati! Ma la notizia sembra essere state presa di buon grado.

In questo caso non ci resta altro che attendere.